Menu
LIVE DEMO VEREINBAREN

LE CHIAMATE TELEFONICHE NEL COMMERCIO DI AUTOMOBILI - DECISIVE PER IL SUCCESSO DIGITALE

matelso_team
Mar 12, 2019 11:26:03 AM

Lavori nel commercio di automobili o ti occupi del marketing online o della gestione dei lead di un rivenditore di auto? Allora conosci senz'altro le sfide e la realtà delle cose.In base alla nostra esperienza, soprattutto nel commercio di automobili, esistono una miriade di fonti e canali per i lead e le richieste di informazioni, sia online che offline. Per richiedere informazioni, i clienti utilizzano spesso il mezzo più rapido e semplice, il telefono. Con i mezzi "vecchi" (vedi foto) è pressoché impossibile mantenere l'ordine e la trasparenza in questa valanga di richieste.

leadmanagement1.0

Pericolo?                                                                                                                    

Questa mancanza di trasparenza produce, di conseguenza, un utilizzo non preciso del budget per il marketing, con molte dispersioni e, talvolta, anche con la frustrazione dei clienti, nel caso in cui non ricevano una risposta alle loro richieste.

 

Come si misura oggi?                                                                                                                    

I generatori di lead producono, in parte, report relativi alle richieste (telefoniche) create, in parte no. Se si richiede ai venditori di ottenere, consegnare e generare report dei canali lead, il tutto avviene in modo impreciso e, spesso, discontinuo. Inoltre, in questi casi, talvolta, è necessario superare resistenze enormi quando si richiede ai dipendenti di raccogliere queste informazioni.

 

Molte fonti di lead: una maledizione o una benedizione?

Nel commercio di automobili esiste un numero di fonti di lead relativamente alto. Questo è evidente quando si confronta il commercio di automobili con quello immobiliare o di altri settori: il numero delle fonti di lead è molto elevato.

 

Esempi di fonti di lead nel mercato automobilistico

Piattaforme automobilistiche e intermediari di lead

  • mobile.de
  • Autoscout24
  • hey.car
  • pkw.de
  • webmobil24
  • cargurus
  • GuteRate
  • Leasingmarkt.de
  • meinAuto.de
  • auto.de
  • quoka
  • instamotion
  • 12gebrauchtwagen.de
  • ...

Piattaforme proprie del produttore

  • dasweltauto
  • audibörse.de
  • gebrauchtwagen.bmw.de
  • qualitaets-gebrauchtwagen.de
  • gebrauchtwagen.renault.de
  • ...

Annunci e listing simili

  • google mybusiness
  • werliefertwas
  • Gelbeseiten (online und offline)
  • kennstdueinen.de
  • ...

Social Media

  • Facebook
  • Instagram
  • Xing
  • LinkedIn
  • Twitter
  • ...

Sito web di proprietà

Newsletter

Offline

  • Giornale quotidiano
  • Volantino
  • Manifesto
  • Altro

Campagne del produttore

  • Prove dei veicoli
  • Campagne di richiamo
  • ...

Se vi ritrovate nella nostra piccola e incompleta lista, la persona responsabile di tutto ciò deve amministrare e organizzare velocemente varie decine di fonti di lead. Solo poche case automobilistiche hanno un totale di fonti di lead inferiore a 20.  Attualmente si investe una parte del budget nelle varie fonti di lead, a volte senza badare al ROI, in quanto non è possibile misurare i risultati in maniera esatta.

 

Autohaus

Qual è il contributo del Call Tracking alla risoluzione dei problemi del rivenditore di automobili?

In generale, è importante avere un processo definito per la gestione dei lead e ottimizzare i vari touch points che il cliente incontra nel suo percorso verso l'acquisto del veicolo. In questo caso, è opportuno poter misurare in maniera trasparente le fonti e i touch points per poter disporre di una base per l'ottimizzazione. Proprio nell'ambito di questamisurazione delle fonti e del touch point relativo al telefono, il Call Tracking offre un vantaggio decisivo, poiché mette a disposizione le informazioni relative ad una chiamata (fonte/provenienza, numero del chiamante, chiamata accettata/persa, località della chiamata, orario della chiamata). Queste informazioni possono essere trasmesse a tool esistenti (sistemi gestionali dei rivenditori, strumenti di tracking, data warehouse, BI), arricchendo così i dati esistenti con informazioni decisive. Inoltre, un'integrazione con gli strumenti disponibili può aggiungere informazioni relative al risultato della chiamata (prova del veicolo, appuntamento per la manutenzione, cliente potenziale, altro) ed è possibile effettuare una misurazione della qualità.

 

Come si impiega il tracking telefonico in maniera efficace?

Inizialmente, è importante definire l'obiettivo del progetto: è opportuno stabilire se si intende avere "solo" una panoramica o se si intende ottenere un'ottimizzazione rigorosa.

Ora, si tratta di assegnare un nome alle varie fonti di lead e di conoscere i report disponibili per esse.  

Quali dati riportano i singoli generatori di lead?

Contengono già le chiamate e, se sì, si tratta di chiamate vere o "solo" di clic sul numero di telefono?

In quali formati sono disponibili questi dati, è possibile integrare questi dati nella nostra valutazione complessiva senza grandi sforzi?

Se le fonti di lead sono state definite, nella fase successiva è necessario valutare il "livello di dettaglio della misurazione" desiderata per le fonti.

Le informazioni sono sufficienti? Quante chiamate ricevo attraverso la piattaforma XYZ?

Desidero sapere il numero di chiamate che ricevo per i vari segmenti dei veicoli (autovetture/SUV/motocicli)?

Desidero sapere quante chiamate generano alcuni listing specifici?

Questo assume importanza anche nell'ambito delle altre fonti: ad esempio, è possibile valutare singole campagne sui mezzi a stampa oppure il "totale a stampa", oppure, sul sito web, le "chiamate telefoniche dal sito" oppure il livello delle keyword per Google Ads ("Prova il modello XYZ").

Inoltre, molti rivenditori di automobili sono elencati anche offsite; sapete quante chiamate ricevete tramite i vari portali delle officine, ecc.?

Una volta stabilito il livello di dettaglio delle varie fonti, è necessario decidere in quale strumento o quali strumenti questi dati devono essere integrati ed elaborati. La nostra raccomandazione iniziale, in genere, è quella di utilizzare integrazioni semplici negli strumenti disponibili e di utilizzare i report disponibili. È meglio realizzare un'integrazione più complessa, con arricchimento dei dati in tali sistemi, in un momento successivo.

 

Come utilizzo i dati?

Anche in questo caso, è opportuno definire gli obiettivi da perseguire con i dati raccolti. Ad esempio, l'obiettivo iniziale potrebbe essere quello di aumentare la raggiungibilità telefonica. Con i dati ottenuti dal Call Tracking è possibile valutare in quali giorni e in quali orari è necessario agire per aumentare la raggiungibilità. Inoltre, con i nuovi dati ottenuti, è possibile attuare un processo di recupero dei lead, in modo da inoltrare messaggi e/o chiamate di ritorno nel caso di una telefonata persa. Parallelamente, è necessario ottimizzare almeno il canale pubblicitario online con il costo maggiore (in genere Google Ads) per ottenere un ROI nel tempo più breve possibile, mentre si raccolgono dati in modo generalizzato tramite gli altri canali e le altre fonti. In generale è importante che i dati non vengano raccolti per la "misurazione in quanto tale", ma come punto di partenza per le decisioni e per le iniziative a scopo di miglioramento. Solo così il progetto avrà successo.

 

Conclusione:

Checklist_Telefonmann_ohneHintergrundSoprattutto nel mercato automobilistico, con i suoi numerosi canali e fonti di lead, la trasparenza è preziosa per definire le campagne e i budget in modo mirato. Poiché nel commercio di automobili le telefonate rappresentano i lead più importanti e preziosi, l'importanza della gestione corretta delle chiamate è ovvia. Oltre a ciò, sono possibili molteplici opzioni di ottimizzazione per migliorare l'esperienza del cliente.

Il Call Tracking è già oggi uno standard presso molti produttori ed esperi del settore e continua ad imporsi sempre più come uno strumento irrinunciabile per questo settore.

Subscribe by Email